Anche Bangkok avrà la sua Biennale. Inizierà nel 2018 e vi collaborerà Rirkrit Tiravanija

Nella capitale tailandese non poteva mancare, accanto a istituzioni di rilievo dedicate all’arte contemporanea come il MOCA- Museum of Contemporary Art e il BACC- Bangkok Art and Culture Center, anche un appuntamento biennale, con l’esposizione di artisti e ricerche internazionali. Il primo episodio di questo nuovo evento si terrà dal novembre 2018 al febbraio 2019 e sarà diretto da Apinan Poshyananda, Segretario del Ministero della Cultura, ex curatore dell’Art Center of Academic Resources di Chulalongkorn. La mostra "Beyond Bliss" presenterà artisti asiatici, dell’Europa e del Pacifico, che dovranno interpretare il tema scelto dal curatore, legato alla ricerca dell’equilibrio dell’individuo, immerso in una società caotica e violenta.  Accanto a Poshyananda, collaboreranno Alexandra Munroe, curatrice senior presso il Solomon R. Guggenheim, David Stuart Elliott, curatore indipendente, Eugene Tan, direttore della National Gallery di Singapore, Nanjo Fumio, direttore del Mori Art Museum, Nigel Hurst, direttore generale della Saatchi Gallery di Londra, l’artista Rirkrit Tiravanija, e Sunjung Kim, direttore del Centro Artsonje di Seoul.  Tra le sedi della Biennale di Bangkok, oltre al BACC e all’East Asiatic Company building, saranno inseriti nel programma espositivo anche alcuni dei templi più antichi situati lungo il fiume Chao Phraya, noti per la bellezza e per essere la sede di importanti scuole di massaggio, come il celebre Wat Pho, dove riposa la gigantesca statua del Buddha sdraiato, il maestoso Wat Arun con la sua guglia istoriata e il bianchissimo Prayoon.
In Home: Wat Pho In alto: Rirkrit Tiravanija, Untitled (MORGEN IST DIE FRAGE) (Tomorrow Is The Question) (detail), 2012. Credit: neugerriemschneider, Berlin. Courtesy the artist and neugerriemschneider, Berlin. © Rirkrit Tiravanija.
Data: 19/05/2017


Invia sul fax, numero:
home