Kent Chan

Kent Chan, performer e videomaker, usa lo spazio di Centrale Fies come scenario e gli artisti i curatori come protagonisti della sua narrazione. Questa sarà raccolta in Floats Like A Magnet, un mockumentary in cui il suo lavoro e quello degli altri si intrecciano, generando una riflessione sulla vita quotidiana, sul processo artistico e sul loro farsi trama di una storia.


Nome, cognome, data e luogo di nascita «Kent Chan, 1984, Singapore».
In quale epoca e luogo vorresti essere nato? «Singapore, 2084».
Quale è la prima cosa che fai appena sveglio? «Rotolarmi verso la mia partner».
Qual è il luogo che preferisci nella tua città? «I centri di venditori ambulanti».
Quali sono i tuoi riferimenti visivi? «I film e i lavori di altri artisti».
Esiste un limite che non oltrepasseresti mai? Quale? «Si, ma sarebbero troppi da elencare».
Cosa è la fatica per te? «Quando preferirei arrendermi».
Quale credi che sia la forza del tuo progetto per Live Works? «Una risonanza con altre opere d’arte». 
Cosa ti aspetti da questi giorni di permanenza? «Ispirazione».
Un aggettivo che descriva il tuo "Supercontinent" ideale: «Fantastico». 
Roberta Pucci
Data: 20/07/2017


Invia sul fax, numero:
home