André Kertész. Lo stupore della realtà

Dal 15 gennaio il CMC – Centro Culturale di Milano, ospiterà la mostra "André Kertész. Lo stupore della realtà”. Curata da Roberto Mutti e ideata da Camillo Fornasieri, l’esposizione, articolata in quattro sezioni, presenta al pubblico 90 opere che ripercorrono la storia del grande fotografo che con i suoi scatti ha segnato un preciso percorso nella fotografia contemporanea. Dagli scorci della sua Ungheria rurale e tradizionale alle composizioni che poi si ritroveranno nelle immagini che scattò a Parigi. Fu proprio in Francia infatti, che il fotografo scoprì  una città dove poter frequentare il circolo degli artisti ungheresi del quartiere di Montparnasse, lo stesso in cui incontrò Piet Mondrian, Fernand Léger, Marc Chagall e André Breton. Successivamente, negli Stati Uniti (ma anche nei successivi viaggi in Giappone, in Martinica e ancora in Francia), quel suo stile svelerà i tratti di un America singolare e intensa, diversa dal reportage, che lo porterà a ricevere, nel 1964, uno straordinario riconoscimento dal MoMA di New York.
Data: 23/11/2018


Invia sul fax, numero:
home